Periodo: Marzo

Anno: 2016

Numero: 48

Dai dati dell’ultimo Rapporto Assinform emergono segnali positivi per il mercato Ict italico, con alcuni distinguo. Il 2015 si è chiuso con un saldo positivo dell’1% per l’intero settore, un comparto industrialeche oggi vale 64,9 miliardi di euro; undato percentuale però inferiore alle previsioni e ben sotto all’incremento dell’1,5% che si era registrato a metà anno 2015. E’ comunque un segno positivo, in linea con il trend di crescita del Pil italiano del 2015, decimali più, decimali meno.

Di negativo c’è il fatto che l’intera spesa Ict del 2015 equivale alla spesa Ict registrata nel lontano 2008. E questo a indicare che si sono persi ben sette anni di crescita ed è aumentato il divario tecnologico tra il nostro Paese e i principali Paesi europei tanto che l’Italia si posiziona al 25esimo posto secondo l’Indice digitale europeo. Sono però al recupero importanti segmenti di mercato come il Software e Soluzioni Ict,in crescita del +4,7% (5.971 milioni di euro), così come la spesa nei Servizi Ict che si attesta a + 1,5% (10.368 milioni di euro), mentre cresce di un modesto +0,6% il segmento Sistemi (16.987 milioni di euro).

Di contro, continua a registrare un trend negativo il comparto dei Servizi di rete e telecomunicazioni sebbene aumentano il numero di accessi a banda larga su rete fi ssa (+2,1%) e i Servizi a banda larga su rete mobile (+8,8%), con un numero di utenti che utilizza la banda larga sugli smartphone che a fi ne dello scorso anno ha registrato quota 34,5 milioni.

In questo numero:

ChannelCity Magazine

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend di mercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa ci contraddistingue

ChannelCity Magazine punta all’approfondimento, alla relazione face-to-face, alla possibilità di mettere attorno a un tavolo gli attori del canale. Ma soprattutto entra in profondità sulle tematiche vitali del Canale B2B quali il fi nanziamento, la formazione, i trend dimercato, le iniziative commerciali di vendor e di distributori.

Cosa c'e' all'interno

Ampio spazio alle analisi dei trend di mercato attraverso la collaborazione dei principali analisti di mercato, Il tema del mese, visto dalla parte del vendor, del distributore e del reseller, Incontri tematici con i soggetti che compongono il canale, Le prove hardware e software con l’offerta di servizio commentata, I volti e le opinioni dei protagonisti del canale B2B, Ampio spazio dedicato ala formazione del canale, e molto altro.

Vota